Pulci del cane: modalità di prevenzione e cura

21

Le pulci del cane sono i parassiti più comuni tra quelli che attaccano i nostri animali domestici. Possono essere portatrici di patologie importanti, anche se per fortuna oggi abbiamo a disposizione tutti gli strumenti utili per combatterne la proliferazione.

Scegliendo i prodotti giusti – e imparando a riconoscerle – potremo garantire al nostro cane di casa un’esistenza libera dalle pulci – e dalle fastidiose e talvolta pericolose conseguenze che possono innescare.

Modalità di contatto: ecco come prendono le pulci i nostri cani

In realtà le occasioni di contatto sono molteplici, tenendo conto del fatto che le pulci hanno un ciclo vitale che occupa tutto l’anno, al contrario di altri tipi di parassiti che si concentrano in genere durante la stagione estiva. Possiamo trovarle anche in casa, se qualche animale domestico ha consentito loro di fare ingresso, anche se è nei giardini, tra l’erba alta e nelle foreste e in luoghi collinari o montagnosi che questo parassita trova il suo habitat naturale.

Un parassita che è molto conosciuto, pur se non tutti, anche tra chi è storicamente proprietario di un cane, ne conoscono modalità di prevenzione e possibili conseguenze dell’infestazione. Ma procediamo con ordine.

Possiamo combatterle in modo efficace?

Assolutamente sì. Oggi abbiamo in commercio molti prodotti – con formule costantemente aggiornate – che possono prevenire l’infestazione da pulci oppure intervenire a cose fatte. La scelta è ampia e ancora una volta può darci una mano importante il nostro veterinario.

Tra le diverse soluzioni possiamo trovare i prodotti spot on che vanno applicati direttamente sul collo del cane, oppure ancora i collari o le compresse. Non esiste una classifica dell’utilità di questi prodotti, che andranno scelti ove possibile in relazione anche ai bisogni e alla personalità del nostro cane.

I prodotti per la prevenzione vanno utilizzati sempre e permettono di evitare che l’infestazione si presenti, causando poi effetti a catena che possono essere più difficili da riportare sotto controllo. Un investimento sulla salute del cane, per il quale la guida del veterinario sarà fondamentale: è lui a conoscere il nostro cane e le sue necessità ed è lui ad essere scientificamente aggiornato sull’effettiva qualità dei prodotti che possiamo utilizzare.

Teniamo sotto controllo i nostri ambienti

Se vogliamo ridurre la possibilità di contatto tra pulce e cane non solo dovremmo stare attenti alla profilassi se frequentiamo giardini oppure altri luoghi che fanno da habitat naturale. Dovremo anche preoccuparci di pulire a fondo, periodicamente, i tessuti che troviamo in casa: dai divani alle tende passando anche per la cuccia del cane.

Mantenere pulito e in ordine e procedere con periodici lavaggi di tutto quanto sia lavabile è un presidio altrettanto utile per proteggere il nostro cane da eventuali assalti di questi piccoli ma fastidiosi parassiti.

Evitando così al nostro amico a quattro zampe le conseguenze di un’infestazione non prevenuta o non curata per tempo. Dalle dermatiti fino a patologie decisamente più importanti. Anche con le pulci non si deve mai abbassare la guardia.