I principali animali del deserto: gli abitanti delle dune di sabbia

    586
    animali deserto - esterno

    Le aree desertiche che caratterizzano determinate aree del mondo, si va dal Messico all’Africa giusto per farsi un’idea, sono alcuni dei luoghi più duri ed inospitali del mondo.

    Con temperature elevate di giorno e molto fredde di notte, la vita in mezzo alla sabbia non è certo facile e sopravvivere è veramente duro sia per l’uomo che per alcune razze di animali.

    Esemplari che comunque si sono riusciti ad adattare perfettamente a questo habitat e che fanno “compagnia” al popolo dei Tuareg durante i loro frequenti spostamenti. Ma quali sono i principali tipi di animali che vivono nel deserto? Vediamoli assieme!

    animali deserto - interno

    Cammello contro Dromedario

    Spesso confusi, sono due degli animali più rappresentativi. Il cammello, piuttosto piccolo e col pelo lungo, è diffuso principalmente in Mongolia e nel Deserto del Gobi.

    Ha due gobbe che lo aiutano ad immagazzinare grasso ed acqua per sopravvivere alle condizioni estreme oltre che zoccoli duri e lunghe ciglia per resistere a sole e sabbia.

    Il dromedario, detto anche cammello arabo o cammello indiano, è più grande e con un pelo più corto. Dotato di una sola gobba, svolge le medesime funzioni di quella del cammello, vive principalmente in Africa Settentrionale, ma lo si può trovare anche in alcune zone dell’Asia e dell’Australia.

    Appena sotto la sabbia

    A parte tutta una gran varietà di serpenti, uno degli animali più caratteristici è senza dubbio lo Scorpione. Di dimensioni piuttosto variabili, i più piccoli sono spesso i più letali, sono uno degli animali più curiosi e letali grazie al loro veleno contenuto nel pungiglione.

    Tra le varietà presenti nel deserto “spicca” lo Scorpione Giallo, il suo veleno non è letale, ma è comunque in grado di mimetizzarsi con facilità grazie al suo colore.

    L’ululato del deserto

    Non possono certo mancare i Coyote senza però dimenticarsi della Iena e del Lupo Grigio. Il Coyote ha un habitat che varia dagli Stati Uniti al Messico è noto per la sua ferocia e per i suoi ululati.

    Oltre a questo è anche una figura molto presente nel folklore e nella mitologia messicana. Simile a lui è il Lupo Grigio, vive anche nelle praterie, che è uno degli animali più studiati al mondo e che ha rischiato più volte la completa estinzione anche in Italia. La Iena, invece, è molto più simile ad un felino ed è molto diffusa in Africa ed Asia.

    Spesso collegata a connotazioni negative, basti pensare al suo verso simile ad una risata sguaiata, spesso si nutre di carogne, ma è anche dedita alla caccia e può anche costringere alla fuga dei predatori più grandi. Come dimenticare poi il piccolo Fennec?

    Conosciuto più con il nome di “Volpe del Deserto”, soprannome dato anche al generale tedesco Erwin Rommel durante la Seconda Guerra Mondiale, è un animale notturno di dimensioni abbastanza ridotte e vive principalmente nel Deserto del Sahara.

    Subito riconoscibile grazie alle sue grandi orecchie ed al pelo che varia dal giallo al rosso, questo animale è anche in grado di sopravvivere molto a lungo senz’acqua.

    Non solo sabbia

    Con deserto spesso si pensa solo al caldo, ma sono considerabili come “deserto” anche le zone dell’Antartide con animali come il Pinguino, la Foca o l’Elefante Marino.