Dire addio al tuo animale da compagnia: la cremazione degli animali domestici

153

Negli ultimi periodi più che mai, gli animali domestici sono stati per moltissime persone più di semplici animali da compagnia ma dei veri e propri affetti. Se non ci fossero stati loro, tanti avrebbero sofferto molto di più il difficile periodo con stati di solitudine, ansia, depressione. Può essere davvero difficile dire addio a una parte importante della famiglia come il tuo fidato amico a 4 zampe, colui che ti accoglie tutto emozionato quando arrivi a casa dopo una lunga e stressante giornata di lavoro.

Metabolizzare il dolore legato al lutto di un animale domestico può rivelarsi più difficile di quanto si possa pensare. Accanto al momento del lutto di un animale domestico, ci sono diverse incombenze burocratiche da svolgere per dare a Fido una degna sepoltura. Quando arriva questo momento, puoi decidere rispetto alla sepoltura in un luogo privato, la tumulazione oppure la cremazione. Quest’ultima opzione è tra le più richieste perché consente di tenere con te le ceneri in una urna per il tuo animale domestico.

Cremazione per animali: come funziona

Una volta che un animale domestico è deceduto, la normativa lo riconosce come materiale CAT 1 che quindi può essere inviato a un impianto di incenerimento. Quando il tuo amico a 4 zampe se ne va, preoccupati di farti rilasciare un certificato di decesso da parte del tuo veterinario di fiducia. Se il tuo micio è dotato di microchip, il certificato arriva in automatico dopo 15 giorni tramite il servizio veterinario al fine di poterlo cancellare dall’anagrafe apposita.

Ti conviene optare per la cremazione singola al posto di quella collettiva perché solo nel primo caso è prevista la restituzione delle ceneri da porre all’interno di un’urna, conservando il ricordo del tuo animale da compagnia. Potrai quindi conservare l’urna con le ceneri dove preferisci, anche in casa, per tenere ancora vicino il tuo animale domestico che ti ha tenuto compagnia per così tanti anni.

Cremazione: perché ne vale la pena

La cremazione è oggi un metodo di sepoltura preferito rispetto ad altri, anche per quanto riguarda l’uomo. Infatti, sono sempre meno le persone e i famigliari di chi è venuto a mancare che scelgono la classica inumazione o la tumulazione in una cappella di famiglia. Le ragioni sono tante e diverse, tra cui anche quelle dal punto di vista igienico e ambientale.

Cremazione animali: come si svolge

Quando si tratta di un animale da compagnia, l’incenerimento avviene pressoché nelle stesse modalità. Il corpo dell’animale estinto viene inserito in un forno crematorio apposito, il quale raggiunge una temperatura di 1000° C. In base alla taglia dell’animale, la cremazione può durare una o anche tre ore. Successivamente, le ceneri devono essere fatte raffreddare. Solo una volta pronte, ti vengono consegnate e poi quindi inserirle in un’urna cineraria per animali per tenerle con te.

In alternativa, puoi anche decidere di seppellire il tuo fidato amico a 4 zampe in uno dei tanti cimiteri per animali che si trovano nelle grandi città d’Italia.