Lettiera gatto: come sceglierla e dove metterla

23
Lettiera-gatto

La lettiera per gatto è indispensabile quando in casa arriva un nuovo micio, perchè è una di quelle cose che non possono mai mancare sin dai primissimi giorni. Se infatti non abituiamo subito il nuovo arrivato ad utilizzare la lettiera, rischiamo di fare una grandissima fatica in futuro e di trovare i suoi bisogni in giro per la casa. In commercio esistono però moltissime tipologie di lettiera per gatto: in silicio, in bentonite, in mais, agglomeranti, autopulenti e via dicendo. Capire quale sia la soluzione migliore non è sempre facile quindi oggi vi daremo alcuni cosnigli che vi torneranno sicuramente utili.

Lettiera gatto: quale tipologia scegliere?

Vediamo quali sono le principali tipologie di lettiera per gatti, in modo da capire quali siano i punti di forza e quelli di debolezza e scegliere la soluzione migliore per noi e per il nostro micio.

Lettiera per gatti in silicio

La lettiera in silicio è la più sconsigliata di tutte, per diverse ragioni. Innanzitutto, questo materiale è fastidioso per i mici perchè tende a pungere i loro polpastrelli: non è quindi per nulla confortevole per loro, il che potrebbe rendere più complicato abituarli. Inoltre il silicio rischia di creare allergie e non è nemmeno ecologico: meglio quindi evitarlo ed optare per soluzioni più apprezzate dai gatti e più vantaggiose.

Lettiera per gatto in bentonite

Le lettiere in bentonite possono essere una valida alternativa a quelle in silicio, perchè innanzitutto questo materiale è agglomerante quindi la pulizia è più semplice e veloce. Tuttavia, ci sono anche degli aspetti negativi da considerare. La bentonite è un minerale poco ecologico e spesso le lettiere di questo tipo contengono profumazioni sintetiche che potrebbero essere fastidiose e dannose per il micio.

Lettiera di mais agglomerante

La lettiera per gatto di mais a grana fine agglomerante è sicuramente la migliore in assoluto, perchè vanta numerosi vantaggi. E’ facile da pulire, al micio piace perchè non gratta sui polpastrelli, è del tutto naturale e compostabile quindi la si può gettare nel wc senza problemi. Con questa lettiera quindi non solo rendiamo il nostro micio più felice ma rispettiamo anche l’ambiente e siamo più comodi noi perchè possiamo gettare subito via tutti gli scarti senza doverli mettere nel bidone.

Lettiera gatto: dove metterla e dove gettarla

Oltre a scegliere la tipologia di lettiera più adeguata per il nostro micio dobbiamo anche preoccuparci di collocarla nel posto giusto. I gatti non amano infatti fare i propri bisogni in luoghi troppo rumorosi e preferiscono non essere disturbati. Per questo conviene sempre scegliere un angolo della casa che sia appartato e poco frequentato. In tal modo non solo il micio sarà più invogliato ad utilizzare la lettiera ma eviteremo anche noi di avere odori sgradevoli in una stanza della casa molto frequentata come la cucina o il soggiorno.

Per smaltire la lettiera ogni volta che la puliamo invece, la regola è uguale per quasi tutte le tipologie ad eccezione dei modelli vegetali come quella al mais che si può gettare nel wc o nell’umido. Tutte le altre invece devono essere buttate nell’indifferenziato.