Le principali razze di cani: una vita spesa accanto all’uomo

1274
razze di cani - esterno

Il cane, come ben si sa, è considerato il migliore amico dell’uomo viste le sue tante abilità unite alla compagnia ed all’affetto che solo un cane sa dare al proprio padrone.

Proprio per questo motivo, il cane è sempre stato presente accanto all’uomo nei vari momenti della sua storia. Prima come compagno di caccia per poi aiutarlo nelle mansioni da pastore fino ad arrivare a fare da guardia alla casa e poi da compagnia per i più piccoli.

Quindi è più che normale che il tipo di cane venga prima diviso per razze piuttosto che per pelo (lungo o corto) o altro.

razze di cani - interno

I cani da pastore

Come suggerisce la parola stessa questi cani sono tra i più diffusi in tutti i continenti e sono stati accanto all’uomo quando quest’ultimo ha lasciato la caccia ed il nomadismo per una vita più sedentaria.

Addestrati a radunare ed a difendere le greggi o le mandrie, dalle pecore alle mucche quindi, questo tipo di cane tende a controllare ed a radunare anche i vari padroni all’interno della stessa casa.

Non spaventatevi dunque se lo vedrete girare per la casa con le orecchie all’insù, sta solo cercando di capire se va tutto bene e dove siete. Di natura comunque docile verso l’uomo, le razze di questo intelligentissimo e robusto quadrupede variano dal Border Collie fino al Pastore Tedesco, al Grande Bovaro Svizzero e così via.

I cani da caccia

Come già detto poco fa, prima che l’uomo diventasse anche pastore, egli era principalmente un cacciatore e, pertanto, era solito inseguire un gruppo di animali per procacciarsi il cibo.

Durante queste battute di caccia era spesso affiancato dal cane che lo aiutava seguendo le tracce, indicandogli la via da seguire e riportando l’eventuale animale abbattuto.

In questa grande categoria troviamo quindi cani da ferma per puntare la preda (ad esempio il Bracco Italiano), i segugi (come il simpatico Beagle – Harrier) e da riporto (i docili Golden Retriever usati anche nella Pet Therapy).

I cani da guardia

Quando l’uomo ha terminato il suo “passaggio” da cacciatore a pastore ha cominciato dunque a stabilirsi in capanne e poi in case, non ha certo dimenticato il fido compagno di tante avventure.

Anche andando avanti con il tempo e la tecnologia, dai recinti fino ai più moderni allarmi ed alle abitazioni domotiche, il cane è sempre stato una guardia ligia al dovere.

Naturalmente tende ad essere molto territoriale e protettivo quindi occorrerà un padrone con la giusta dose di fermezza e polso per addestrarlo al meglio.

In questo modo eviterà di abbaiare ad ogni cosa che vede oppure ad innervosirsi in presenza di estranei in casa. Tra questi la fa da padrone il Pastore Tedesco seguito a ruota dal Dobermann e dal Rottweiler.

I cani da compagnia

Le case oggigiorno sono perlopiù appartamenti e quindi anche il cane, di conseguenza, deve abituarsi ad un ambiente più ristretto.

Particolarmente indicati sono dunque i piccoli cani da appartamento come lo Yorkshire Terrier, il Volpino Italiano, il Cocker Spaniel e così via.

I cani da corsa

Una razza su tutti è quella dei levrieri che, scattanti, raggiungono qualunque distanza in pochissimo tempo con una velocità impressionante.